0282398056
Via Monte Napoleone 8 20121 Milano
0282398056

Innovative Payments: l’evoluzione delle abitudini degli italiani

Quello dei pagamenti digitali è tuttavia un trend già presente e destinato ad essere ben più longevo della pandemia. Secondo i dati dell’Osservatorio Innovative Payments della School of Management del Politecnico di Milano già nel 2019 i pagamenti digitali con carta sono arrivati in Italia a quota 270 miliardi di euro, con una crescita annua del +11%, classificando le carte al secondo posto tra i metodi di pagamento (anche online) più utilizzati in Italia dopo i contanti. Alla semplice carta di credito, tuttavia, si affianca un sempre più folto ecosistema di modalità e device di pagamento, che rientrano nel cappello degli Innovative Payments. Sempre in base dai dati dell’Osservatorio Innovative Payments, in Italia nel 2019 hanno raggiunto un valore oltre 3,1 miliardi di euro (+109% rispetto al 2018) e vedono nello Smartphone il loro motore primario, seguiti da Smartwatch e Wearable in generale e anche a Smart TVSmart Speaker e Smart Car.

PAGAMENTI DIGITALI

I pagamenti digitali sono il frutto dell’innovazione tecnologia e di una rete di comunicazione costantemente connessa. Grazie ad essi è stato possibile rendere più rapidi, comodi e moderni gli acquisti dei consumatori. Rientrano in tale categoria anche i pagamenti P2P e quelli effettuati in negozio utilizzando la tecnologia NFC o contactless.

Lo studio Kantar Innovative Payment, di concerto con il Kantar COVID-19 Barometer, grazie ad un’analisi del sentiment dei consumatori e delle derivanti implicazioni per i Brand, ha sottolineato la positiva propensione degli italiani verso gli Innovative Payments che potranno diventare in un prossimo futuro una realtà sempre più diffusa nel mondo dei pagamenti, specie nel presente e nel post pandemia.

FinTech 2020 in Italia: luci e ombre alla luce del nuovo scenario Covid19

 

Il FinTech italiano è in ritardo, ma si muove coerentemente ai trend globali con un’elevata dinamicità mostrando uno scenario positivo e promettente e chiudendo progressivamente il gap con lo scenario globale. Rispetto alle fasi evolutive che caratterizzano il settore: 1-Disruption, 2-Discussione, 3- Partnership e collaborazione si è in buona misura superata la fase di Disruption (competizione), si è avviata (grazie anche, ma non solo, alla Psd2) la fase di discussione e sta ponendo le basi per la fase delle partnership che potrebbe essere accelerata a fronte dell’emergenza Covid19 in atto.

Read more

Startup e PMI: 10 cose da sapere assolutamente prima di investire

L’investimento in startup rientra in quello che più generalmente viene definito investimento in economia reale: investire, in questo caso, significa diventare soci finanziatori di piccole e medie società non quotate che hanno come obiettivo il proprio sviluppo sul mercato, nazionale ed internazionale. Questa tipologia di investimento coniuga quindi la possibilità di supportare lo sviluppo delle imprese a quella di allargare le opportunità di crescita del proprio capitale, e può presentare, accanto agli endemici rischi di ogni investimento, forti esternalità positive.

Read more