0282398056
Via Monte Napoleone 8 20121 Milano
0282398056

Pagamenti digitali per i negozi innovativi: come migliorare engagement, servizi e sicurezza

Dall’emergenza COVID la crescita del contactless. Lo smartphone come nuovo borsellino: il suo ruolo nel geomarketing. Dalla gestione dei dati un approccio innovativo alla relazione con i clienti e alle logiche di gestione dei rischi.

Negli ultimi anni siamo stati letteralmente travolti da ogni sorta di scenario futuristico e futuribile riguardante il retail e l’innovazione nel comparto.
Abbiamo assistito a sperimentazioni, alla nascita di concept store innovativi, al proliferare di negozi innovativi o funzionali, all’adozione di nuove tecniche per intercettare trend e clienti.
In realtà, esattamente come è accaduto in altri settori, in primis il manifatturiero, anche nel mondo del retail, più che dalla trasformazione fisica ed estetica dei negozi, legata all’adozione di arredamenti futuribili, il vero cambiamento è arrivato dalla digital transformation, dall’innovazione digitale, che rappresenta la vera leva competitiva per chi deve fare i conti con una concorrenza sempre più diversificata e agguerrita, a partire dall’ecommerce, con la pressione sui prezzi e con nuove modalità di relazionarsi con clienti esigenti e informati.

FinTech 2020 in Italia: luci e ombre alla luce del nuovo scenario Covid19

 

Il FinTech italiano è in ritardo, ma si muove coerentemente ai trend globali con un’elevata dinamicità mostrando uno scenario positivo e promettente e chiudendo progressivamente il gap con lo scenario globale. Rispetto alle fasi evolutive che caratterizzano il settore: 1-Disruption, 2-Discussione, 3- Partnership e collaborazione si è in buona misura superata la fase di Disruption (competizione), si è avviata (grazie anche, ma non solo, alla Psd2) la fase di discussione e sta ponendo le basi per la fase delle partnership che potrebbe essere accelerata a fronte dell’emergenza Covid19 in atto.

Read more

Startup e PMI: 10 cose da sapere assolutamente prima di investire

L’investimento in startup rientra in quello che più generalmente viene definito investimento in economia reale: investire, in questo caso, significa diventare soci finanziatori di piccole e medie società non quotate che hanno come obiettivo il proprio sviluppo sul mercato, nazionale ed internazionale. Questa tipologia di investimento coniuga quindi la possibilità di supportare lo sviluppo delle imprese a quella di allargare le opportunità di crescita del proprio capitale, e può presentare, accanto agli endemici rischi di ogni investimento, forti esternalità positive.

Read more