0282398056
Via Monte Napoleone 8 20121 Milano
0282398056
C E O - Giancarlo Blasi

Mercato dei Servizi di Pagamento

Quali sono i sistemi alternativi di pagamento?

  • Assegno: di tipo “bancario” è un ordine dato alla propria banca, quindi la banca del debitore, di pagare il beneficiario creditore. Un assegno può essere trasferito ad altri solo se si tratta di un assegno “circolare”.
  • Bonifico (SEPA Credit Transfer): ordine del debitore di trasferimento di fondi dal proprio conto corrente bancario al conto del creditore beneficiario. L’ordine avviene indicando l’IBAN del conto corrente del destinatario, al quale arriveranno le somme dopo un massimo di una giornata lavorativa dopo l’accettazione del pagamento.
  • Addebito diretto (SEPA Direct Debit): ordine del creditore alla banca del debitore di farsi accreditare delle somme in maniera automatica, basta conoscere il codice IBAN del conto. Un esempio è l’addebito in conto corrente o sulla carta di credito del piano telefonico. Fino al 2014 questo servizio era chiamato RID (Rapporto Interbancario Diretto), mentre ora si è passati all’SDD. Il debitore può creare delle whitelist e delle blacklist per indicare quali creditori possono richiedere un addebito diretto, altrimenti possono richiedere il blocco totale di questo servizio di pagamento.
  • Carte di Pagamento (carta di credito, di debito e prepagata): sono carte fisiche che permettono il prelievo da sportelli automatici e il pagamento degli esercenti tramite l’utilizzo dei POS (Point of Sale) o di tecnologia NFC (Near Field Communication). La maggior parte di esse deve essere emessa da emittenti vigilati e autorizzati dalla Banca d’Italia.
    • Nelle carte di credito, l’accredito al creditore per un pagamento avviene subito, ma il debitore pagherà tutte le somme ad una data successiva, in una formula unica, con l’aggiunta di un interesse da pagare al circuito della carta di credito. Il trasferimento di fondi al circuito, spesso mensile, può essere fatto con bonifico o con accredito diretto.
    • Con le carte di debito, i pagamenti vengono addebitati sul conto corrente del debitore, quindi è richiesta la presenza di fondi a disposizione.
    • La carta prepagata permette pagamenti e prelievi a fronte di somme pre-depositate, quindi non un conto corrente in cui è possibile aggiungere risorse, ma solo fino all’esaurimento delle disponibilità monetarie. La carta prepagata può essere ricaricabile o non ricaricabile.
    • Le carte a spendibilità limitata possono essere usate solo presso l’emittente, all’interno di una rete di esercizi o per comprare servizi specifici, come i buoni sconto o le carte regalo. Questo tipo di carte può essere emesso anche da soggetti non vigilati.
  • Servizi di Pagamento via Internet (e-payments): spesso legati a servizi di e-commerce permettono di eseguire un pagamento online se le parti dello scambio sono entrambe iscritte allo stesso gestore del servizio. Esempi di questi servizi sono Paypal o Amazon Pay, ma esistono molti altri provider.
  • Servizi di Pagamento in mobilità o su dispositivi portatili (m-payments): sono servizi di pagamenti legati all’uso di App su smartphone o tablet. Tramite l’uso di una carta di pagamento virtuale o grazie all’addebito su piano telefonico permettono il compiersi della transazione. Spesso usano tecnologie di tipo NFC (Near Field Communication) per poter pagare con i dispositivi mobili.

Ultime considerazioni

Tutti i servizi di pagamento descritti necessitano di un’infrastruttura di supporto, di soggetti che permettono la cooperazione tra i vari competitor del settore e di agenti che garantiscano il regolamento dei pagamenti, ossia che vadano a buon fine, come anche di società di servizio che si occupino di servizi informatici, trasferimenti elettronici, emissione delle carte ecc.

L’intero settore quindi si regge tra la concorrenza dei vari operatori che cercano di imporre il proprio sistema di pagamento, e la cooperazione tra di essi, senza la quale non sarebbe possibile sostenere un sistema di pagamenti complesso come quello a disposizione dei consumatori.

Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *